Image

La Storia di Michela Fanini

Già a 19 anni, nel 1992, conquistò il titolo di Campionessa italiana su strada. L’anno successivo vinse una tappa al Giro d’Italia femminile, una alla Grande Boucle Féminine Internationale ed una al Tour de la Communauté européenne, si classificò seconda nel Campionato italiano, quarta nella gara in linea del Campionato del mondo di ciclismo su strada 1993 e vinse la medaglia di bronzo nella cronometro a squadre. Nel 1994 vinse il Giro d’Italia, aggiudicandosi una tappa, e tre frazioni de La Grande Boucle Féminine.

Il 26 ottobre morì in un incidente stradale alle porte di Lucca. Suo padre, Brunello Fanini, fondatore del Giro d’Italia femminile, creò in sua memoria il Memorial Michela Fanini, che divenne in seguito Giro della Toscana Femminile-Memorial Michela Fanini, oltre alla squadra femminile SC Michela Fanini-Record-Rox.
A lei sono dedicate anche la piazza centrale di Segromigno, un piazzale di Campi Bisenzio e la pista ciclabile della marina di Torre del Lago e di Cervia.